Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Recensione! Dopo di te, J. Moyes

Immagine
Come anticipato con gli indizi sui social (i link per seguirmi li trovate sotto al titolo del blog), ho finalmente letto, un anno dopo, il seguito di Io prima di te che ho recensito qui.

Dopo di te, Jojo Moyes
Anno: 2016

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Trama: Quando finisce una storia, ne inizia un'altra.
Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina?
Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata.
È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l'hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita.
A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive…

Recensione! La valle delle donne lupo, L. Pariani

Immagine
Ciao a tutti! So benissimo di essere stata poco presente in questo mese ma è stato abbastanza tosto, tra il mio compleanno, gli esami, un nuovo lavoro, quindi spero capiate che è stata un'assenza giustificata. State tranquilli perchè sto preparando tanti post e tante nuove idee.
Ma parliamo del libro che ho appena terminato.

La valle delle donne lupo, Laura Pariani
Anno: 2011
Editore: Einaudi
Trama: «La montagna, più che un luogo geografico, è un'esperienza: quella di un mondo potente nella sua resistenza a certe pazze vertigini della modernità, ma assolutamente marginale». E proprio come la montagna sono marginali e potenti le figure che l'hanno abitata, e che abitano questo libro. Sono le donne lupo, capaci di «affrontare a viso aperto il grave del mondo». Sono balenghe, diverse, eccentriche, «tutte falciate dalla stessa sentenza di emarginazione, servite alla comunità per mettere in scena sempre lo stesso canovaccio». Eppure, forse proprio per questo, cariche di un'oscu…

Come leggere di più: i miei consigli per leggere più libri.

Immagine
Devo essere onesta: sto leggendo ben 4 libri e con lo studio per gli ultimi due esami, non ho molto tempo per scrivere sul blog (se mi seguite su instagram, saprete quante cose sono accadute nell'ultima settimana) ma ho pensato comunque di scrivere qualcosa che avevo in mente da un po'.
Dopo essermi sentita chiedere mille volte come facessi a leggere come minimo 40 libri all'anno anche con molti impegni, ho pensato di scrivere un post, una sorta di miniguida in cui spiego come sono riuscita a leggere tanto, specialmente negli ultimi tempi.
Onestamente pensavo che con l'università dopo e la maturità prima, mi sarei fermata con la lettura, l'avrei considerata come un peso. Invece no: la mia passione è aumentata e leggere è un modo perfetto per rilassarmi nei momenti estremamente stressanti.


Mi piace considerare la lettura come un'amicizia quindi, la prima cosa che credo bisogni fare è trovare sempre un momento per leggere. Esattamente come le amicizie, le passion…

Disperatamente abbandonati #4 - i libri che non sono riuscita a terminare

Immagine
Ahimè, anche quest'anno mi tocca scrivere questo post (tristissimo). Purtroppo per me esistono libri che non vale la pena portare a termine. Nella speranza di non allungare ulteriormente la lista, iniziamo con quella di questo primo semestre. Auguratemi di non trovare libri così brutti nei prossimi sei mesi.

Cadavere non identificato, Patricia Cornwell
Trama: Al Deep Water Terminal di Richmond, in un container di un cargo proveniente da Anversa, viene rinvenuto un cadavere maschile in avanzato stato di decomposizione. L'autopsia, eseguita da Kay Scarpetta, non riesce a stabilire con precisione la causa della morte dell'uomo e la polizia non è in grado di identificarlo. Unica traccia, quella che potrebbe essere la firma dell'assassino su uno scatolone all'interno del container: Loup-Garou. Sarà proprio questa misteriosa scritta a portare Kay in Francia, dove l'Interpol sta indagando su una serie di omicidi riconducibili appunto a Loup-Garou, e che presentano racca…

Recensione! Innamorarsi a Central Park, N. Doherty

Immagine
Salve a tutti, carissimi lettori. Questa è la mia prima recensione da ventenne. incredibile come passi veloce il tempo, dato che il blog è stato aperto quando ne avevo appena compiuti 17.
Questa volta vi parlo di un romanzo rosa. Incredibile vero?

Innamorarsi a Central Park, Nicola Doherty
Titolo originale: If I could turn back time
Anno: 2013
Casa editrice: Newton Compton Editori
Collana: Anagramma
Trama: Zoë ha sbagliato proprio tutto con David. Eppure lui era perfetto: un uomo affascinante e generoso, nonché stimato cardiochirurgo con una brillante carriera davanti. Lei però non è riuscita a tenerselo stretto: non si è dimostrata adulta e comprensiva e l’ha costretto a scegliere tra la loro storia d’amore e il suo lavoro. E così David l’ha mollata e ha accettato un prestigioso incarico a New York. Zoë si ritrova perciò a passare da sola le feste natalizie, disperata e piena di rimorsi. Fino a quando un piccolo miracolo – di quelli che succedono solamente a Natale – non le offre una magica…