Recensione! Io Prima di Te, J. Moyes

Io Prima di Te, Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Collana: Numeri Primi
Anno: 2013
Trama: A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose.
Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione.
A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti.
E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre.
Io prima di te è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.
Recensione: *questa recensione contiene SPOILER*
Io scrivo le recensioni subito dopo aver finito un libro. Metto giù un libro e accendo il computer. Imprimo in questi post le emozioni che ancora sono in circolo.
Con questo libro è molto difficile perchè è un miscuglio di emozioni troppo intense.
Questo libro tocca temi davvero importanti: la disabilità, come la vivono sia i diretti interessati sia le persone che gli stanno affianco, l'eutanasia e il diritto di decidere cosa fare della propria vita.
Will Traynor è depresso e non c'è nulla che possa fargli cambiare idea sulla decisione di mettere fine alla sua vita. Dà sei mesi ai suoi genitori per fargli cambiare idea e loro assumono Louisa. E lei è meravigliosa, lei ci prova così tanto, si lascia coinvolgere a tal punto da innamorarsi di Will che la ricambia ma non cambia comunque idea.
Non so di sicuro cosa farei io in una situazione del genere, probabilmente starei malissimo a tal punto da impazzire ma Louisa e Will sono entrambi stati forti nelle loro debolezze. Ho sperato con tutta me stessa che non ci fosse un finale peggiore di quello di Colpa delle Stelle ma non è servito a nulla.
Jojo si è destreggiata nello scrivere una storia che toccasse, non solo temi scottanti, ma anche i cuori dei lettori grazie alla sua scrittura leggera e piacevole. Ho letto questo libro in dieci giorni nonostante stia studiando per gli esami.
Nonostante il dolore straziante che questi libri ti fanno provane, non si può non lodare la bravura degli scrittori nello scrivere storie meravigliose, coinvolgenti su qualcosa estremamente doloroso e difficile da trattare. Tutti dovrebbero leggere questo libro, a favore o meno del suicidio assistito per persone con problemi estremi di salute perchè non è questo che conta, avere un'opinione sul tema, ma lasciarsi coinvolgere e pensare "cosa avrei fatto io, in quella situazione?"
D'altronde, i libri non servono per caso a conoscerci meglio?
Voto finale: 5/5
Canzoni per la lettura:
Brighter/When It Rains - Paramore

Post popolari in questo blog

Eventi librosi! Festival letteratura (Mantova)

Eventi librosi: Festa del racconto a Carpi (MO)

Recensione! Ascolta il tuo cuore, S. Dessen