Recensione! Stesso Sangue, Nesbo, Guccini & Macchiavelli, Lansdale, Fois

Ed eccoci qui, di nuovo insieme. Questa volta ho strutturato il post in modo un po' diverso in quanto, il libro di cui vi parlerò oggi, è una raccolta di quattro racconti. Alla fine della descrizione di ogni racconto trovate il voto attribuito ad esso.

Stesso sangue, Nesbo, Guccini & Macchiavelli, Lansdale, Fois 
Anno: 2016
Editore: Einaudi
  1. Guccini e Macchiavelli: il primo racconto è scritto a due mani, ambientato a Bagni sull'appennino bolognese dove muore in un incidente stradale ambiguo Romano, un giovane fascista, figlio del federale che decide di far indagare poichè non convinto della storai dell'incidente.
    Mi è piaciuto come racconto, non sapevo che Guccini scrivesse anche libri in realtà. Mi ha appassionato e non solo perchè ambientato nel ventennio fascista (che assieme alla seconda guerra mondiale, rappresenta uno dei periodi storici che mi interessano di più), ma anche perchè, nonostante il racconto sia corto, riesce comunque a mantenersi un po' di quella suspance tipica dei romanzi gialli. Sono presenti alcune parole in dialetto emiliano e mi è parsa una cosa strana in quanto io lo sento sempre parlare e basta. Peccato il finale ingiusto. 4/5 
  2. Coco Butternut, Lansdale: un cane mummificato viene rimosso dalla tomba e rubato in cambio di un bel bottino per la cui consegna viene assunto un investigatore privato. Quando lo scambio si è concluso, il cliente viene trovato morto in una pozza di sangue a casa sua e la squadra si trova a indagare sul suo passato.
    So che i personaggi fanno parte di una serie di libri e il racconto in sè sembra un estratto di un libro in quanto si parte in medias res. E' decisamente più volgare del precedente e anche un po' scontato a mio parere ma mi è piaciuto ugualmente. 3/5 
  3. Il siero, Jo Nesbo: Un padre e un figlio che non sono mai stati uniti si ritrovano in punto di morte in un allevamento di serpenti nel Sud Africa proprio per il morso di un serpente molto velenoso. L'evento li porta a un confronto con un tragico finale.Avevo già letto un suo libro (Sangue e Neve, di cui ho parlato qui) quindi avrei dovuto aspettarmi un colpo di scena come quello che ho letto, invece no e sono stata piacevolmente sorpresa. mi piace il suo stile e penso proprio che leggerò uno dei suoi libri. 5/5
  4. Ti ho fatto male, Marcello Fois: tra citazioni di Guerra e Pace, l'autore racconta di un commissario tormentato dopo la morte della moglie. Quando anche la moglie di un altro collega muore, decide di riprendere in mano la sua carriera e partecipare all'indagine.
    Tra flashback e riflessioni del protagonista, Fois mi ha confusa parecchio per poi farmi capire che la soluzione del caso era sempre stata sotto il naso del lettore. E' stato particolarmente sconvolgente e inaspettato. 4/5
In generale i racconti, essendo brevi, un po' scontati lo erano eccetto quello di Nesbo e quello di Fois ma la raccolta è un piacevole insieme di misteri scritti bene e da mani esperte.
Voto finale: 4/5

Post popolari in questo blog

Eventi librosi: Festa del racconto a Carpi (MO)

GIVEAWAY! Terzo compleanno del blog e 4000 visualizzazioni!

Recensione! Io Prima di Te, J. Moyes